giovedì 21 giugno 2007

questo è amore

Questa casa prende forma piano, prima la sua mano

Di pittura gialla, poi il mio pennello

Di soli gialli intorno alle porte.

Come se fossimo due folli folletti,

io non vedo lui, lui non vede me,

ma alla fine le nostre due mani si congiungono

e il disegno e la base sono una cosa sola.

Questo è l’amore, forse, costruire insieme ma ognuno il suo,

questo tornare a casa e affaccendare

trovare il tempo per preparare

il pranzo che da solo mangerai domani;

oppure lavare, cucire, scrostare il lavandino

non lo fai tu perché hai spazzato e stirato,

è come un formicaio,

questa casa, con 2 formiche che non si incontrano tanto spesso.

È il sesso?

Un vecchio amico che ogni tanto ci viene a trovare.

Bisogna prenotare, sennò prende altri impegni.

Ma quando viene, si fa sentire.

1 commento:

Kan ha detto...

quel amore mi innamora,
quel amore non mi fa sentire solo,
quel amore è cosi naturale, umano
pieno,
con un senso che non ha senso e per questo è amore.